Polizia Municipale

Un servizio televisivo trasmesso da “Uno Mattina” di ieri ha creato tanto scompiglio e parecchia confusione. E quando il caos è generale evidentemente significa che quel servizio non è stato professionalmente impeccabile. La vera notizia è che migliaia di multe elevate a Roma saranno annullate. Ma solo quelle della capitale. Dallo scorso giugno il corpo dei vigili urbani, infatti, si chiama Polizia Roma Capitale. Eppure non tutti i mezzi, i documenti e le uniformi hanno la nuova esatta intestazione. Così, la maggior parte dei verbali redatti dai vigili sono scritti sulla carta intestata con l’indicazione della ‘vecchia polizia municipale di Roma’, un ente giuridico che non ora esiste più. Chi ha ricevuto una contravvenzione, dunque, può fare ricorso e chiedere di invalidare la sanzione ricevuta. Il presidente nazionale dell’unione dei giudici di pace, Gabriele Longo, spiega che “indubbiamente l’intestazione è sbagliata. È un ente che non esiste più. Quando accoglieremo i ricorsi – precisa Longo – probabilmente verrà scritto nelle motivazioni “per l’inesistenza dell’ente sanzionatorio”. A causa di quel (dis)servizio televisivo numerose telefonate sono arrivate anche ai centralini della municipale di Forlì. Per i ‘contravvenuti’ forlivesi (purtroppo per loro) si è trattato solo di una errata interpretazione.

CONDIVIDI
Articolo precedente“Stasera suonano i libri” in biblioteca
Articolo successivoStar Wars - Le grandi saghe
Ragioniere, classe 1963, iscritto all'Ordine dei Giornalisti Pubblicisti dal 1994. Appassionato di giornalismo, social network e blog, ha collaborato come giornalista pubblicista per la Gazzetta di Forlì, per la Gazzetta dello Sport, Corriere di Forlì, Forlì&Forlì e dal 2000 fino ad aprile 2013 per Il Resto del Carlino di Forlì. Da luglio 2011 dirige 4live.