Iniziative per il 15° anno della Croce Verde Meldola-Predappio

0

L’Associazione Croce Verde di Meldola Predappio compie il quindicesimo anno di attività nel campo degli aiuti umanitari internazionali. Martedì 13 settembre un gruppo di volontari si recherà a Donji Vakuf, cittadina bosniaca gemellata con Meldola, per un importante riconoscimento. L’invito dei rappresentanti istituzionali del cantone bosniaco riconosceranno l’impegno profuso in tutti questi anni da parte dei volontari che si sono alternati fin dalle prime fasi della guerra tra il ’92 e il ’95.

Fin dai primi momenti dello scontro avvenuto tra le popolazioni di Croazia, Slovenia, Serbia, Kosovo, Albania e Bosnia, la Croce Verde si è distinta per gli aiuti ai campi profughi nella fase dell’emergenza. I viaggi sono continuati anche dopo la pace siglata a Dayton e hanno visto la realizzazione di numerosi interventi a favore di scuole, ospedali e centri socio – riabilitativi. Per non parlare degli innumerevoli aiuti alle associazioni di volontariato locali e alle famiglie di minori affetti da gravi patologie. Questi ultimi hanno ricevuto in Italia cure idonee grazie alla mediazione svolta dalla Croce verde tra le ambasciate  e le strutture sanitarie balcaniche e italiane.

Il riconoscimento verrà consegnato nella mattina di mercoledì 14 settembre alla delegazione. Aggiornamenti per la prossima settimana a sottolineare la continuità d’azione che ha caratterizzato le azioni umanitarie di questi anni e con notizie sui risultati di un gemellaggio che ha creato una saldatura di culture e di affetti. La delegazione si recherà anche a Sarajevo per salutare le persone che, fuggite in adolescenza per sfuggire alla guerra, hanno studiato a Forlì e sono coraggiosamente tornate nel loro paese per tentare di  ricostruire e tessere percorsi di sviluppo e di pace.