zanzara-tigre

Lunedì 12 giugno, al centro culturale S. Pertini di Santa Sofia, si è tenuto un incontro pubblico organizzato dall’amministrazione comunale in collaborazione con Ausl Forlì Cesena dipartimento servizi agricoltura e ambiente per parlare di lotta e prevenzione alla zanzara tigre insieme a Roberta Colonna, responsabile del servizio. Durante la serata sono state illustrate le buone pratiche da adottare per prevenire il proliferare di zanzare specie nelle aree private delle abitazioni. Il Comune si è già attivato per attuare la disinfestazione larvicida in tutte le caditoie e pozzetti di proprietà pubblica ma, per ottenere risultati ottimali, è indispensabile la collaborazione di tutti i cittadini e, a questo proposito, sono stati distribuiti durante la serata anche i prodotti da utilizzare all’interno delle abitazioni.
Il fenomeno della zanzara tigre è in aumento costante tutti gli anni, ma attraverso una buona campagna di informazione e utilizzando tutte le pratiche consigliate dall’Ausl potremo diminuire notevolmente il proliferare delle zanzare – dice il sindaco di Santa Sofia Daniele Valbonesi. – Non bastano, però, le azioni messe in campo dall’amministrazione ma serve la collaborazione anche dei privati; per questo abbiamo stipulato una convenzione con la farmacia comunale grazie a cui i residenti potranno acquistare i prodotti larvicidi beneficiando di uno sconto del 10%.”
Durante l’incontro, insieme alla popolazione si è affrontato anche il discorso legato agli sfalci dell’erba e alle potature nelle aree private: accorgimenti necessari per evitare il proliferare delle zanzare, come è fondamentale non lasciare all’interno delle proprietà zone dove l’acqua può ristagnare (sottovasi, innaffiatoi, giochi per bambini, piscine, raccoglitori di acqua). Per le aree di competenza comunale, il taglio dell’erba avverrà il 30 giugno, 31 luglio 31 agosto 30 settembre. In una serata dedicata ai temi legati all’ambiente non si poteva non parlare dell’andamento della raccolta differenziata a Santa Sofia, che ha portato buoni risultati grazie a tutte le buone pratiche adottate, a partire dalle batterie di cassonetti complete, fino alle serate informative e ai progetti dedicati ai ragazzi delle scuole elementari e medie. “L’anno 2016 è stato chiuso con la raccolta differenziata pari al 40%, un ottimo risultato rispetto al 24% dell’anno 2014 – dichiara l’assessore all’ambiente Tommaso Anagni. – Ci sono ancora margini di miglioramento ma possiamo dire che siamo sulla buona strada”.
Infine, durante l’incontro si è parlato della nuova ordinanza firmata dal sindaco pochi giorni fa, relativa al divieto di entrata per i cani nelle aree e parchi pubblici del Comune di Santa Sofia. La stessa ordinanza sottolinea inoltre che verranno applicate sanzioni anche a tutti coloro che non raccolgono le deiezioni dei propri cani in aree pubbliche. “Il nostro scopo – sottolineano gli amministratori – è semplicemente quello di prevenire disagi, informare i cittadini ed educarli al rispetto delle norme. Le sanzioni verranno applicate nel caso in cui vengano trasgredite le leggi vigenti”.