la piccola magia teatro

Lo spettacolo teatrale ‘La piccola magia‘ andrà in scena domenica 23 aprile alle ore 21,00 al teatro Diego Fabbri di Forlì. È uno spettacolo di Loredana Lipperini ed un lavoro inedito appositamente studiato per il nostro territorio. Diretto da Angelo Generali, scenografato da Daniele Benericenti in collaborazione con “Officina Teatro” e coordinato dal Centro Diego Fabbri in collaborazione con l’orchestra “Bruno Maderna”, il “Liceo Artistico e Musicale” di Forlì e il corpo di ballo “Arte e Danza University”. La rappresentazione è un omaggio a Sandro Massimini, attore regista e scenografo deceduto 20 anni fa; composta da un unico atto, vedrà sul palco tre attori-narratori principali che daranno il senso e le narrazione alla storia: Giampiero Bartolini, Simone Bertini, Giorgio Valente, Donatella Zapelloni e Daniele Pacini che sostituirà Stefano Consolini.
La rappresentazione tratta il tema dell’operetta con riferimenti alle opere “La vedova allegra” di Franz Lehar e “La principessa de la Ciarda”, di Leo Stein e Béla Jenbach. Questo spettacolo fa un parallelo tra presente e passato attraverso il quale cerca di avvicinare i ragazzi al genere dell’operetta, madre del musical tanto apprezzato dai giovani. Si cerca, in qualche modo, di sottolineare i principali temi dell’operetta: passioni e sentimenti, di cui oggi si sente la mancanza. Si può quasi dire che non si parli di operetta, ma di un testo teatrale: un viaggio; un sogno; un gioco che vuole unire competenze, professionalità, spirito di aprirsi all’esterno e di accoglienza. Si può anche parlare di spettacolo di magia, perchè il periodo è quello della nascita dell’illusionismo, e sul palco ci sarà un narratore che apparirà come mago ed evocherà i vari personaggi. Si parte quindi dall’operetta per mettere in scena tramite musica, ballo e recitazione i sentimenti, il piacere di un bel teatro e dello stare insieme, ma soprattutto per mostrare la passione, che spesso viene nascosta dalla leggerezza.

Sara Sartoni

CONDIVIDI
Articolo precedenteRifiuti: vince la società civile
Articolo successivoIl programma del 72° anniversario della Liberazione
La comunicazione si conferma essere una funzione fondamentale nella vita di ogni essere umano e si può esprimere in diversi modi e forme di linguaggio. Un vettore di informazioni e comunicazioni è senza dubbio il web, con opportunità quali i blog o le pagine facebook in cui ognuno di noi può esporsi ed esporre all'esterno pensieri, opinioni o semplicemente commentare fatti avvenuti. Una RedAzione può aiutare a sviluppare o più semplicemente dare spazio a capacità e abilità di scrittura o fotografiche. Le modalità espressive varieranno in funzione dell'argomento, degli interessi o del destinatario dell'informazione, potranno essere: articoli, fumetti, vignette, critiche, interviste, video, foto e tutto quello che verrà in mente e che di volta in volta si riterrà più adatto. Il momento redazionale e di programmazione della redazione diventa uno dei modi con cui i ragazzi possono, oltre che ordinare e attribuire senso alle proprie esperienze, anche percepire attraverso relazioni sociali un possibile rapporto con gli altri, a sottolineare come l'individuo non dipenda solo dai propri sistemi di significato, ma anche dal suo rapporto con l'ambiente e con le persone con cui la sua vita si incrocia. L'idea è anche quella di far passare un messaggio chiaro all'esterno, la disabilità non parla solo di disabilità ma può aprirsi ed esprimersi su qualsiasi cosa faccia parte della vita: musica, sport e spettacolo sono solo alcuni degli argomenti che vorremmo trattare. Tutto questo avverrà in collaborazione con 4live, blog di informazione locale, gestito da Tommaso Di Lauro (giornalista iscritto all'albo).